Collezione Maquay

Lord Caccia donò al British Institute i diari e la corrispondenza dei suoi avi, i Maquays, nel 1983. I Maquays erano una famiglia di banchieri irlandesi che si trasferì a Firenze all'inizio del XIX secolo. I diari di esponenti maschili e femminili di tre generazioni della famiglia molto raccontano della comunità anglo-fiorentina e dei viaggi in Europa durante l'intero diciannovesimo secolo.

 

Fondo Famiglia Maquay
Codice di riferimento: MAQ
Data(e) di creazione: 1792-1983
Nome del creatore: Membri della famiglia Maquay
Consistenza: 10 scatole di materiale manoscritto 

Per maggiori informazioni

Informazioni amministrative:

Numero di acquisizione: A9

Tipo di acquisizione:

Il fondo fu depositato alla biblioteca del British Institute da Lord Caccia nel gennaio 1983. Lord Caccia era nipote di Julian Caccia, che sposò Margery Maquay, figlia di William Maquay (vedi sotto). Non abbiamo notizie sulla storia della collezione prima di questo deposito.

Cenni biografici:

JJohn Leland Maquay junior (1791-1868) fu il fondatore della Pakenham & Maquay Bank of Florence. Era sposato con Elena Gigli (1806-1894?) ed ebbe quattro figli: George Disney Maquay (1835-1893), che seguì le orme del padre diventando banchiere; John Popham Maquay (1837-1894), che entrò nei Royal Engineers; Thomas Moore Maquay (1838-1881), che entrò nella Royal Navy; William Maquay (1845-1912), che divenne banchiere dopo un periodo nell'esercito. La collezione contiene anche i diari di Elizabeth Maquay, nata Disney (1761?-1845 è sepolta al Cimitero degli Inglesi a Firenze), madre di John Leland Maquay junior. I diari di John Leyland Maquay senior (1759?-1829), genero di Elizabeth, che sposò George Maquay (1758-1820), rientrano nella stessa generazione; John Leland Maquay senior lavorava in banca e fu governatore della Bank of Ireland dal 1826 al 1828.

Descrizione del fondo (disposizione inclusa):

TIl fondo consiste di diari privati, lettere pubbliche e private, e documenti relativi alla famiglia. Un tentativo di ordinare il fondo cronologicamente fu fatto poco prima che questo venisse depositato in biblioteca, ma furono commessi molti errori di catalogazione. Non tutti gli autori dei documenti sono stati identificati. I diari e le lettere coprono la vita privata, e a volte anche quella pubblica, dei vari autori. I diari di John Leland Maquay senior cominciano nel 1799 e si interrompono con la sua morte, avvenuta nel 1829. Mancano alcuni anni.

La prima parte riporta soprattutto conti e offre informazioni su costi e modalità di viaggio, condizioni delle strade, spese quotidiane. Per la maggior parte del tempo, John Leland visse a Dublino, ma gli anni 1814-1816 del suo diario descrivono il viaggio che intraprese con sua moglie in Francia e in Italia, e le varie tappe a Nizza, Genova, Firenze, Roma, Salerno e Venezia. Queste pagine offrono materiale prezioso su luoghi visitati e sulla comunità di viaggiatori in quegli anni. I diari di Elizabeth Maquay coprono il periodo dal 1821 al 1845, solo alcuni anni sono mancanti.

Dopo la morte del marito, a Parigi nel 1820, e il matrimonio del figlio John nel 1828, Elizabeth occupò la maggior parte del suo tempo a viaggiare e trascorse lunghi periodi a Firenze, dove morì nel 1845. Il diario della figlia Elizabeth copre il 1815, l'anno che la famiglia trascorse in Italia. Elizabeth morì nel 1817 ed è sepolta a Livorno.

I diari di John Leland Maquay junior coprono il periodo tra il 1810 e il 1862. Durante i primi anni viaggiò e lavorò in Canada e negli Stati Uniti. Dagli anni '20 si trasferì a Firenze, dove sposò nel 1828 Elena Gigli. Qui fondò e diresse la Pakenham and Maquay bank. I diari trattano argomenti di carattere domestico, la famiglia e gli affari, alcuni includono anche conti. L'enfasi su tali argomenti cambia tuttavia col passare degli anni. I diari offrono un interessante quadro della comunità inglese a Firenze e i suoi rapporti con la comunità Italiana.

Gli affari nazionali o internazionali sono appena accennati. I diari ce lo descrivono come un uomo fidato e membro di spicco della comunità. T.A. Trollope scrive in What I Remember (1888) che quando furono fatte le presentazioni alla Corte, 'il signor Maquay, il banchiere, prestò quel servizio per gli americani, poiché gli Stati Uniti non avevano rappresentanti la Corte Granducale.' Maquay partecipò presso attivamente alla fondazione della Chiesa Inglese e della sua biblioteca. Tornò in Irlanda con sua moglie nel 1858 e lì acquistò una proprietà, 'Ashfield', dove morì nel 1868. Esistono anche due volumi di corrispondenza che riportano problematiche riguardanti affari esteri nelle piantagioni in India occidentale del cugino John Adair.

La moglie di John Leland Maquay junior, Elena, tenne un diario dal 1853 al 1894. Qui si riportano questioni di carattere familiare, riguardanti, in particolare, i figli. Dopo essersi stabilita in Irlanda nel 1858, si recò spesso a Firenze (dove vivevano due dei suoi figli) e morì in Irlanda nel 1894. Dei quattro figli di John ed Elena, la collezione conserva i diari, la corrispondenza le memorie (i cosiddetti "Private Doings") di John Popham Maquay (1837-1894) che prestò servizio presso i Royal Engineers in Crimea e in India. Anche Thomas Moore Maquay (1838-1881), nella Marina Reale, fu in Crimea and India, e successivamente fu al comando di una nave in Cina e Corea. La collezione raccoglie i suoi copialettere e un diario di bordo.

Il resto della collezione consiste in larga parte di lettere e documenti, per un totale di 135 lettere, le prime risalenti al 1821 e le ultime del 1903. La maggior parte di queste sono lettere private che riguardano John Maquay junior, sua moglie Elena e sua madre. Appartengono alla collezione anche lettere di banca, inclusa una lettera per un lavoro commissionato allo scultore Hiram Powers e due brevi note della scrittrice nota sotto lo pseudonimo di Ouida.

La collezione raccoglie anche documenti legali della famiglia [documenti di Giustizia di Pace commissionati per John Leland Maquay e suo figlio John Popham Maquay], include riferimenti alla storia di famiglia e una cauzione datata 1792 per l'acquisto di un titolo di capitano dell'esercito.

Termini di consultazione:

Accesso

La collezione è consultabile.

Copyright

TLa Biblioteca si impegna a identificare, laddove possibile, i proprietari del copyright. Tuttavia, gli utenti del materiale sono responsabili per l'osservanza del regolamento sul copyright.

Riproduzione

Dipende dalla condizione del materiale..

Ricerca: linee guida

Quando il fondo fu depositato presso la biblioteca, era accompagnato da una lista compilata dalla Royal Commission on Historical Manuscripts. Oggi esiste un catalogo della collezione, oltre a un catalogo supplementare di estratti dai diari che illustrano la natura del materiale.

Materiale inerente:

JJohn Leland Maquay junior era segretario e tesoriere alla Chiesa Inglese di Firenze durante i primi anni della sua fondazione. E' menzionato nel libro di Catherine Danyell Tassinari, 'The History of the English Church in Florence' (Firenze, 1905), di cui la biblioteca possiede una copia (alla collocazione C/283.45 TAS). Le figlie di William Maquay, il figlio minore di John e Elena, sono menzionate nel Book of Minutes dell'Asilo Femminile Evangelico Firenze, 1907-1927, sotto al collocazione ASI1 nell'Archivio..

La biblioteca conserva anche alcuni libri e giornali appartenuti a John Leland Maquay. Quando questi lasciò Firenze nel 1858, regalò parte della sua biblioteca privata alla Free Lending Library della Chiesa di Holy Trinity a Firenze. Una parte della sua biblioteca fu acquistata dal British Institute intorno al 1960/61.